Il coworking sta acquistando sempre più popolarità negli ultimi anni, ma capiamo cos’è veramente uno spazio di coworking e come funziona. 

Cos’è il coworking

Il significato della parola coworking è letteralmente condivisione di un ambiente di lavoro. Nello specifico si parla di spazio di coworking riferendosi ad un ufficio condiviso dove le persone si riuniscono per lavorare in modo indipendente. 

A differenza dell’ufficio tradizionale, le persone nel coworking non sono in genere impiegati nella stessa azienda o attività. Si tratta soprattutto di liberi professionisti o persone che viaggiano spesso per lavoro. 

L’obiettivo principale di questi spazi è permettere ai professionisti o alle aziende di affittare diverse tipologie di spazi di lavoro. Si possono scegliere le dimensioni dell’ufficio o anche una semplice scrivania da affittare per soddisfare la maggior parte delle esigenze. Inoltre, sono progettati con lo scopo di fornire un ambiente che sia produttivo e collaborativo, ma allo stesso tempo dinamico e creativo.

La storia del coworking

Il primo spazio di coworking è stato aperto nel 2005 a San Francisco da Brad Neuberg, che ne ha coniato anche il termine. L’obiettivo di Neuberg era combinare l’indipendenza e la libertà di lavorare da solo con la sensazione di comunità e del lavorare insieme agli altri. In questo modo le persone potevano avere anche la possibilità di condividere idee e collaborare in un’atmosfera informale. 

Il fenomeno si è poi diffuso a macchia d’olio, come dimostrato dalle annuali “Global coworking Survey” disponibili su DeskMAG, con conseguente apertura di diversi spazi in tutto il mondo. Nel 2008 i primi coworking sono arrivati anche in Italia. Hanno coinvolto professionisti di tutte le età e aziende di grandi e piccole dimensioni. Da uno studio effettuato da Coworking Resources si presume che in tutto il mondo il numero di spazi di coworking arriverà a quasi 20.000 quest’anno. Nonostante le difficoltà dovute all’emergenza che stiamo ancora vivendo, si stima che la crescita sarà costante, con un tasso annuale pari al 21,3%.

I benefici di lavorare in un coworking

Arrivati a questo punto è opportuno chiedersi perché scegliere il coworking, come funziona e quali sono i vantaggi che derivano dall’affitto di questo spazio. 

Le strutture di coworking mettono a disposizione spazi di lavoro già allestiti e pronti, molto vantaggiose sia per liberi professionisti, sia per chi ha iniziato a lavorare da poco e non ha un grande budget a disposizione. 

Dal punto di vista economico, infatti, il coworking permette di risparmiare su vari aspetti come: 

  • l’affitto mensile di un ufficio, 
  • il prezzo delle utenze e il riscaldamento, 
  • la connessione ad Internet,
  • l’acquisto di oggetti tecnologici, come stampati e scanner.

Un altro importante vantaggio che lo spazio di coworking presenta è la sua caratteristica di collettività e networking. Ovvero la possibilità di poter condividere il luogo di lavoro con colleghi dello stesso settore o professionisti di campi totalmente differenti, trasformandosi in un luogo di arricchimento culturale. La prima opzione permette di dar vita a nuovi contatti, in modo tale da confrontarsi con chi fa lo stesso lavoro. La seconda, invece, permette al lavoratore di uscire dalla propria zona di comfort e prendere ispirazione dagli altri. L’ambiente che si crea in questi spazi, dunque, è molto stimolante e da vita ad idee innovative e brillanti.

Tra i benefici bisogna considerare anche gli orari degli ambienti di coworking, che di solito sono flessibili. Molti, infatti, sono aperti 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. In questo modo i lavoratori possono scegliere liberamente quando dedicarsi alle proprie attività, a differenza di un ufficio tradizionale.

Oltre a vantaggi dal punto di vista lavorativo, un ufficio di coworking presenta anche vantaggi da punto di vista umano e relazionale. In un luogo pieno di persone, appunto, si hanno maggiori possibilità di svagarsi, attraverso eventi o giochi da fare in pausa pranzo. Molti spazi comprendono zone adibite proprio a piccoli momenti di svago dal lavoro, quali:

  • tavoli da gioco, come ping pong o biliardino,
  • area lettura,
  • divanetti e poltrone da relax,
  • area snack e macchinette.

Il tutto, ovviamente, senza disturbare gli altri lavoratori presenti. 

Infine, tra i benefici di un coworking c’è sicuramente l’aumento della produttività e della creatività dei lavoratori. Questo grazie all’incontro con gli altri coworkers e alla possibilità di avere a disposizione diversi materiali tecnologici. In un ufficio condiviso, inoltre, le persone sono immerse a 360 gradi in un ambiente che promuove la collaborazione creativa e l’innovazione aziendale. Assistere alle sfide e ai successi dei colleghi stimola la crescita del proprio business e aiuta la risoluzione dei problemi. 

Coworking a Roma

In una città grande e vitale come Roma aumentano sempre di più le persone che decidono di affittare uno spazio in un coworking. Sul territorio infatti sono presenti più di 60 spazi di coworking, popolari soprattutto nel mondo delle startup e dei freelance. Office Jam è uno dei più grandi a Roma, con uno spazio di 1000 mq. Suddiviso in uffici privati e zone comuni, è pensato per accogliere tutti i tipi di professionisti. 

Nella maggior parte dei coworking, come in Office Jam, è possibile scegliere diversi tipi di spazio, come una postazione singola, un ufficio o un’intera sala riunioni. Alcuni spazi vengono destinati a specifici tipi di coworkers, quali:

  • piccole imprese,
  • grandi imprese,
  • imprese no-profit,
  • lavoratori indipendenti, 
  • un reparto di un’azienda.

Office Jam offre ai suoi ospiti un’area relax armoniosa, una cucina e una sala pranzo dotate di tutti i comfort e un’area giochi per i momenti di svago. I nostri uffici e le sale riunioni si distinguono per lo stile ricercato e accogliente. 

Scegliere uno di questi spazi di coworking a Roma significa entrare in network locale di professionisti e accedere a servizi e strumenti innovativi, che da soli sarebbe difficile ottenere.

Un periodo come l’emergenza socio-sanitaria che stiamo vivendo richiede, inoltre, quella flessibilità e che solo uno spazio di coworking può garantire. Il coworking è il nuovo percorso per combinare vita e lavoro in modo responsabile e sostenibile.